Archivi della categoria: Caritas

dalla Caritas

Quaresima di fraternità

Dalla Caritas un invito per il 27 marzo, quarta domenica di Quaresima, “domenica laetare”.
In aiuto alle sorelle e ai fratelli in Ucraina, destiniamo le offerte della Quaresima di fraternità alla popolazione di quella terra, che sta soffrendo a causa della guerra. IL CONTRIBUTO RACCOLTO VERRA’ DEVOLUTO INTERAMENTE ALLA CARITAS IN UCRAINA per venire incontro ai bisogni più urgenti
IBAN: it34n0306925611100000003187 – causale : Quaresima di fraternità
caritas@diocesimontepulciano.it

dalla Caritas

Emergenza Ucraina

Trasmettiamo dalla Caritas diocesana questo Comunicato Stampa per l’emergenza Ucraina

E M E R G E NZ A U C R A I N A
“Emergenza Umanitaria Complessa”
A seguito dei recenti sviluppi di queste ultime ore che interessano la nostra Caritas diocesana e il
nostro territorio circa l’accoglienza dei rifugiati ucraini, teniamo a comunicare e precisare che:
– al momento abbiamo seguito due accoglienze con la sistemazione di una donna con la propria figlia,
giunte nel nostro territorio presso una propria parente tra venerdì e sabato, nonché 4 fratellini in tenera
età che accompagnati dalla mamma, proprio domenica, hanno raggiunto la nonna materna, che li
assisterà, con il nostro quotidiano supporto, in un nostro alloggio appositamente sistemato.
– stiamo seguendo – per quello che ci è possibile – il viaggio di tre famiglie (con bambini e anziani)
che dall’alba di ieri, in seguito al bombardamento del loro aeroporto, da parte delle truppe Russe,
hanno lasciato la loro città di origine per dirigersi presso una propria parente che abita dalle nostre
parti. Forniremo loro, all’arrivo previsto tra mercoledì e giovedì, la prima assistenza seguendo le
pratiche formali da espletare in accordo con le Amministrazioni Comunali, Prefettura, Questura e
Autorità Sanitaria.
– stiamo ricevendo al nostro numero telefonico (0578 810090) diverse segnalazioni circa la
disponibilità di abitazioni che possono essere messe a disposizione delle famiglie Ucraine che
fuggono dall’orrore della guerra. Ringraziamo di cuore ciascuno ed invitiamo a raccordarsi con la
Caritas diocesana per dubbi e perplessità in merito all’accoglienza, in costante contatto con le Autorità
sopra menzionate.
– ribadiamo che al momento non è prevista alcuna raccolta di generi alimentari, farmaci e vestiario.
Qualora si dovesse presentare la necessità lo faremo presente con tempestività, sollecitando la
collaborazione di tutti e la generosità di ciascuno, associazioni e privati.
Al momento è possibile sostenere gli interventi di Caritas Italiana utilizzando il conto Bancario di
Caritas Diocesi Montepulciano Chiusi Pienza IBAN: IT34N0306925611100000003187 Intesa
Sanpaolo Filiale di Montepulciano, indicando nella causale: Emergenza Ucraina.
Facendo nostre le parole rilasciate in data odierna dalla Sala Stampa della Santa Sede, ribadiamo il
concetto che «nonostante i lodevoli sforzi per offrire risposte umanitarie e organizzare corridoi
umanitari, c’è un grande bisogno di coordinamento, buona organizzazione e strategia condivisa, al
fine di abbracciare le sofferenze delle persone e fornire un aiuto efficace».
“IL BENE VA FATTO BENE – ORGANIZZATO E RESPONSABILE”

Il Direttore, Giuliano Faralli

Comunicato Stampa 03 del 08-03-2022

Inaugurazione della nuova sede Caritas Diocesana

Ieri, dopo lunghi mesi di lavoro, è stata finalmente inaugurata la nuova sede della Caritas Diocesana. In un tempo segnato dalla fragilità e dalla sofferenza maggiore del solito, in un tempo in cui il Covid-19 ha messo a dura prova anche la Caritas, a Montepulciano è nato un nuovo cuore pulsante che, il nuovo Direttore, nominato poco tempo prima della pandemia, insieme al Presidente nella Persona del nostro Vescovo, ha fortemente voluto per coordinare i diversi punti disgregati nella diocesi, mettendo in rete tutti i volontari che con assoluta gratuità e grande spirito di abnegazione, da sempre lavorano per il bene dei poveri. In questo periodo, in modo particolare, la Caritas ha saputo non solo accogliere amorevolmente le numerose richieste e le più piccole esigenze dei poveri ma è riuscita a portare speranza consegnando ogni settimana i viveri a tutte quelle persone che, per l’emergenza sanitaria in atto, non potevano uscire di casa. Mesi in cui i volontari si sono presi cura, ma anche tantissimi benefattori hanno saputo donare materialmente ma anche mettendo a disposizione tempo e cuore per volantinare, raccogliere i viveri, distribuire i pacchi, riordinare gli alimenti mantenendo grande decoro e pulizia. Dopo che la Provincia Romana dei Domenicani ha messo a disposizione in comodato d’uso la Palestra posta negli ambienti del Convento di Sant’Agnese, in collaborazione col Comune di Montepulciano è stato realizzato un emporio dei viveri e un altro locale per uffici e soprattutto il Centro d’Ascolto per aiutare non solo ad assolvere questioni economiche ma per ascoltare le esigenze e far aprire il cuore dei bisognosi. Di seguito una fotogallery dei momenti di ieri alla presenza del Vescovo, del Direttore Giuliano Faralli, del Sindaco Avv. Michele Angiolini, del Vice Sindaco Alice Raspanti e dell’Assessore Lucia Musso. 

di Domenico Zafarana

I giovani e la carità

Mai così tanti giovani hanno collaborato con la Caritas diocesana come in questi giorni. La Caritas – felice intuizione più ecclesiale che ecclesiastica, tutta italiana – esisteva già da qualche decennio in diocesi; chi vi collaborava era soprattutto gente <di una certa età>, comunque adulta, che tanto ha dato in termini di tempo e di volontariato e, in minima parte, continua a dare nelle diverse realtà parrocchiali, producendo frutti preziosi.
Ma c’è un fenomeno che, da circa due settimane, riscontriamo a livello diocesano: la presenza di giovani e giovanissimi che, liberi da attività sportive o impegni studenteschi assillanti, stanno scoprendo o riscoprendo il gusto di correre, gratuitamente, in aiuto dei poveri. Sembra quasi che il messaggio papale ultimo della Giornata mondiale della Gioventù si sia incarnato nelle diverse associazioni giovanili: dal Magistrato delle Contrade di Montepulciano agli Scout AGESCI passando per le diverse realtà giovanili delle nostre piccole e preziose comunità cristiane. Giovani che non vogliono essere identificati se non con un gilet giallo con il logo della nostra Caritas diocesana. Giovani che non vogliono dare il proprio nome e cognome all’ingresso di ogni supermercato perché la <solidarietà> e la <gratuità> sono i loro nomi. <Queste storie vanno fatte conoscere; questi ragazzi, tutti insieme, vanno fatti conoscere alla diocesi. Bisogna raccontare quello che fanno> chiosa il neo direttore dell’organo caritativo della diocesi, Giuliano Faralli, impegnatissimo nel fare i turni, a fine giornata, degli oltre cinquanta volontari dislocati in tutti i negozi del territorio.
Storie ordinarie, storie di ragazzi che frequentano l’università o la scuola superiore. Storie di ragazzi e ragazze semplici ma profondi, che trascorrono ore ed ore in piedi pur di aiutare la gente – la nostra gente – ad andare avanti in questo periodo complesso, un periodo – come si sente dire spesso nella rinnovata sede della Caritas (quella vera, non quella di rappresentanza) – che durerà a lungo, un tempo che, adesso, è solo il principio di una crisi profonda.
<Intorno a noi, ma a volte anche dentro di noi, incontriamo realtà di morte: fisica, spirituale, emotiva, sociale. Ce ne accorgiamo o semplicemente ne subiamo le conseguenze? C’è qualcosa che possiamo fare per riportare vita?> chiede Papa Francesco nel suo ultimo messaggio ai giovani di tutti i continenti. Questi giovani, questi <eroi del quotidiano> ogni giorno, ognuno in base ai propri turni, ognuno in base ai propri impegni familiari o di studio, dona la disponibilità per qualche ora scrivendo un semplice messaggio nel gruppo WhatsApp della direzione. Poche ore dopo arriva la conferma per un servizio che si preannuncia a tratti faticoso ma comunque ricco di soddisfazione: aver contribuito nell’aiutare le oltre centocinquanta famiglie della diocesi che, in queste settimane, riescono con difficoltà a fare la spesa, complice anche una burocrazia lenta e farraginosa che non permette ai Comuni di aiutare chi realmente è nel bisogno, a causa di procedure dalle quali fuggirebbe anche un premio Nobel.
<Eroi del quotidiano>, uomini e donne del domani, giovani di oggi, ai quali vogliamo rendere omaggio perché è anche grazie a loro che la carità – nella nostra amata Chiesa diocesana – può assumere volto di carne e mani profumate di Vangelo. Quel <buon odore> di Cristo che da due millenni circa pervade il mondo in generale e questa terra di Montepulciano-Chiusi-Pienza in particolare.

Costituzione dei membri del Consiglio Diocesano “Equipe” della Caritas Diocesana

Il giorno 10 marzo 2020, S.E. Mons. Stefano Manetti, Vescovo diocesano, con Decreto costituiva membri del Consiglio Diocesano “Equipe” della Caritas Diocesana per il quadrienno 2020 – 2024:

Presidente:
– S.E. Mons. Stefano Manetti, Vescovo
Direttore:
– Faralli Giuliano
Consiglieri:
– Dominici Sabrina
– Landolfi Mario
– Mari Elisabetta
– Neri Filippo
– Rossi Gian Mario
– Sanivarapu don Pietro
L’ufficio di Segretario è affidato al Sig. Bonsi Marino

Scrive il Vescovo a fondo Decreto:

Ringrazio tutti i membri del consiglio per la disponibilità dimostrata e, invocando l’intercessione dei Santi Patroni, auguro a tutti di continuare a servire la nostra Chiesa con dedizione e generosa sollecitudine.

Progetto Policoro in Diocesi

Nell’ambito del Progetto Policoro, anche la nostra Diocesi ha attivato uno sportello rivolto ai giovani per la formazione e l’orientamento al lavoro, per il sostegno all’imprenditoria giovanile e alla creazione d’impresa.

Lo sportello è attivo presso tre sedi, nello specifico:
MONTEPULCIANO (Curia) Via Fiorenzuola vecchia 2. Lunedì dalle 15 alle 18
SINALUNGA (Parrocchia) Via Trieste 107. Martedì dalle 15 alle 18
CHIUSI SCALO (Parrocchia) Piazza Matteotti 38. Venerdì dalle 9 alle 12

L’invito è rivolto ai giovani che possono andare liberamente o su appuntamento.
per info: 391 434 9326
email: diocesi.montepulciano@progettopolicoro.it

 

Le povertà in Toscana – Presentazione del Terzo Rapporto sulle povertà in Toscana

Giovedì 5 dicembre 2019 dalle 9.30 presso l’Auditorium di Sant’Apollonia in Via San Gallo 25/A a Firenze, verrà fatta la Presentazione del Terzo Rapporto sulle povertà in Toscana e del Dossier sulle povertà nelle diocesi toscane: “Le povertà in Toscana”
Alle 9.00 la registrazione dei partecipanti, poi l’introduzione a cura di Stefania Saccardi, Assessore al diritto alla Salute, Welfare, all’integrazione sociosanitaria e sport della Regione Toscana.
Seguono i saluti di Simone Gheri, Direttore ANCI Toscana e Mons. Filippini, Vescovo Delegato Caritas per la CET.
Alle ore 10.00 la lettura del tema: Misurare, ascoltare, promuovere: numeri, reti, storie delle Povertà in Toscana e alle 11.15 le conclusioni.
Alle ore 12.00 la conferenza stampa